Il rapporto di coppia cambia dopo i figli?

A chi risponde no..non riesco a crederci, davvero, non penso proprio che sia possibile… A meno che tu, cara mamma non abbia la donna delle pulizie e/o la tata per 18 ore al giorno, non venirmi a dire che il rapporto tra te e tuo marito è rimasto tale e quale a prima, se è così voglio le prove! E in questo articolo non parlo di sesso, ma della complicità!!

Perché cambia? Perché nella vita tutto cambia prima o poi. L’arrivo di un figlio va comunque ad alterare un equilibrio che si è creato tra due persone che improvvisamente scoprono alcuni lati della loro personalità, fino a quel momento rimasti latenti ed oscuri.

Pensiamo per un attimo all’inizio della nostra storia d’amore.. Tutto è bello, si esce, ci si diverte e insieme si sta bene. Certo qualche volta si litiga, è più che normale. Poi ci si sposa o si va a convivere e da lì si scopre la vera natura dell’altro. Nel quotidiano, si condividono le abitudini e spesso si deve scendere a compromessi per trovare l’equilibrio e l’armonia di coppia. Alcune volte bisogna adeguarsi a ciò che vuole lui, altre volte vinco io!!! Ho ragione fin qui??

Ed ecco il giorno del test di gravidanza.. positivo… gioia, amore, baci, abbracci, lacrime.. pura emozione. Nove mesi (per qualcuno un pochino meno) ad immaginare come sarà la vita in tre, a fare progetti e pensare cosa sarà meglio per lui/lei. Si leggono libri, blog, articoli, si googla di tutto di più…

Poi nasce (o nascono!!) e tutto cambia inevitabilmente.. le prime discussioni per chi si deve alzare la notte, si alza la voce per il cambio dell’ennesimo pannolino. “Coprilo di più che prende freddo” e “non farlo dormire in mezzo che lo schiaccio!” Ma quello che mi lascia davvero senza parole è quando il papà arriva a dire la frase “da quando c’è lui non mi guardi più come prima“… “Certo amore, ora ti spiego………… non riesco nemmeno a tenere gli occhi aperti perchè quel piccolo esserino di 5 kg dopo avermi distrutto l’apparato genitale con quel testone, mi succhia l’anima sotto forma di latte e di notte mi tiene sveglia urlandomi nelle orecchie come una stonata voce bianca delirante…”

Non importa se vostro marito/compagno vi aiuta tantissimo o vostra madre vi fa la lavatrice, le cose cambiano perchè ci sono tante decisioni da prendere, e più il bimbo crescerà più le decisioni saranno importanti.

L’educazione... è il punto più forte dove nascono discussioni, ognuno ha un suo modo di vedere le cose. Io e mio marito ci becchiamo ogni giorno su questo argomento!! Ma finchè si discute e ci si confronta (e soprattutto finchè vinco io) il rapporto continuerà ad essere vivo, con alti e bassi come in ogni coppia, ma sarà lì…messo sempre alla prova, sempre in analisi. Il problema ce lo dobbiamo porre quando si scende subito a compromessi, quando si cerca di evitare la discussione o si da ragione priori all’altro, perchè è proprio a quel punto che dobbiamo fermarci per chiederci “cosa sta succedendo?”. Ricordatevi sempre che è il troppo o il nulla che ci deve far riflettere. Se non ci importa più di quello che succede attorno a noi forse si è rotto qualcosa…

L’equilibrio si destabilizza per la stanchezza, il nervoso, i cambiamenti fisici della donna, che non sono solo evidenti..a volte noi li “sentiamo” quei cambiamenti anche se nessuno li vede da fuori. Ci sono fattori legati al cambiamento delle proprie abitudini di vita, il non lavorare o peggio ancora il mobbing che purtroppo noi donne subiamo ancora nel 2019…insomma i fattori sono tanti, potrei stare ore ad elencarli.

Io ho lottato molto per il mio matrimonio, ho lottato contro la distanza e le persone..e sono qui!! Ogni giorno, ma veramente, come Sandra e Raimondo discutiamo e ci mandiamo a quel paese, ma ogni sera c’è un bacio della buonanotte ed ogni mattina un abbraccio ed un saluto. Non sto qui a consigliarvi come ci si comporta in una coppia..ma vi consiglio di cogliere i piccoli segnali e capire cosa c’è nei vostri cuori. La prossima settimana invece parleremo di come cambia il rapporto.. in camera da letto!!

Fatemi sapere la vostra opinione in merito ora!!!

Vi aspetto tutti i giorni sul mio profilo Instagram!! E se volete un sacco di consigli andate sull’altro mio blog dedicato  alle mamme!!

P.S. questo post è stato riveduto e corretto da Tony (mio marito)… 😉

Il (non) favoloso mondo dei gemelli

Come sfatarvi un mito in 300 parole!!

Questo post viene scritto così d’impulso, di botto… per far capire a tutte quelle donne, quelle ragazze o quelle future mamme che ho incontrato per strada fino ad ora, che fermarci per esclamare “Chebbellooo, voglio anch’io due gemelli!!!”…non è una cosa da dire…

Mi spiego meglio…ora vi faccio entrare nel #mammadigemelli mood…

IMG-20170414-WA0003

Dal momento in cui partorisci tu perdi un nome, un’identità..alla nursery dell’ospedale nessuno ti chiama “signora”, “mamma”, “Alessandra”, nemmeno più il cognome viene usato…sei “la mamma delle gemelle”!! E fin qui non è un problema…in 2 settimane di ricovero almeno pensavo di essere una persona conosciuta, quasi ben voluta…e invece no, di te mamma non frega niente a nessuno…sono loro, le tue bimbe, il vero fenomeno perchè durante l’orario di visita io ricevevo anche i parenti degli altri!!

“Scusi, posso vedere le gemelle?”…

“posso entrare signora?”…

e quando rispondevo che loro non erano in camera ma alla nursery, nemmeno un saluto…e vabbè!!

IMG-20170416-WA0015

Un altro momento in cui capisci di non avere più una tua identità è alla dimissione. Ricordo di aver messo le bimbe nel passeggino, copertine rosa uguali, cappellino bianco uguale, riduttori uguali…e via…fuori dall’ospedale. Il tempo medio di percorrenza tra la nostra stanza e la macchina sarebbe dovuto essere di circa 12 minuti…ho messo la prima bimba sull’ovetto dopo 40 minuti, e non scherzo!!

Appena fuori dalla camera hanno iniziato a fermarci per farci domande o semplicemente per dirci quanto erano belle… e piccole ….e uguali…Noi abbiamo riso inconsapevoli che quello sarebbe stato il nostro mood quotidiano ad ogni uscita.

Le bimbe a parte qualche controllo in ospedale non le abbiamo fatte uscire fino ai 40 giorni, chi ha avuto bimbi prematuri mi può capire. Dopo i 40 giorni abbiamo deciso di andare ad una festa qui in Alessandria   bella idea complimenti!! Tutto il pomeriggio per attraversare la piazza praticamente, da lì abbiamo iniziato a sentire le domande più assurde del mondo. ma quella è un’altra storia…

Ovviamente il discorso è ironico, quanto vero!! Io ritengo una grande fortuna aver avuto loro due perchè viviamo momenti davvero unici e speciali…ma io sono la mamma di Angelica, di Beatrice e di Matilde…non mi sento diversa o speciale, fortunata si…

Vi aspetto tutti i giorni sul mio profilo Instagram!! E se volete un sacco di consigli andate sull’altro mio blog dedicato  alle mamme!!

La beauty routine…delle gemelle!!

No, non avete letto male! Anche i bambini hanno una beauty routine, e nel nostro caso è più importante la loro della mia!!

Devo ammettere che prima di trovare delle abitudini fisse ci abbiamo messo un anno..perché mi ostinavo a voler fare le cose nello stesso modo in cui le facevo con Angelica…ma alla fine mi sono resa conto che due non è uno (eh già, anche se chi ha un solo figlio continua imperterrito ad affermare che il suo fa x due, ebbene non è così!!!).

Prima di capire che stavo sbagliando tutto, ma proprio tutto ho dovuto perdere la pazienza e le forze…arrivavo alle 11 di sera stremata, a volte con ancora la cucina da sistemare..poi mi sono detta: Perchè non proviamo a cambiare le cose? e brava Alina che ci sei arrivata…ora alle 9 sono tutte pronte…mangiate, lavate, pulite e pronte per dormire! E per tutte intendo TUTTE!!!!

Ma parliamo del lato pratico. Ecco la nostra nuova routine, magari può essere uno spunto, anche per chi ne ha uno solo di figlio:

  • ore 18.00 bagnetto… prepariamo un bel bagno di gruppo, tutte e tre insieme nella vasca, grazie a tavolette effervescenti colorate (Lidl), paperelle e spugne varie loro tranquillamente giocano insieme (l’acqua finisce in ogni luogo possibile e immaginabile del bagno, ma poco importa!!). Molto spesso chiedo al papà di stare con loro così io preparo la cena!!
  • ore 18.30 ….una alla volta si esce, ci si asciuga e si mette il body o il pigiamino x dormire, sempre coinvolgendo il papà!! e vi dirò di più..doccetta veloce anche x me!!
  • ore 19/19.15 cena…tutti a tavola insieme, perchè è così che piace a noi. Da sempre il momento dei pasti si passa insieme, mangiando tutti insieme, niente televisione o telefoni.
  • ore 20.00 tutti fuori dalla cucina…io sistemo la cucina e faccio andare la lavastoviglie mentre le bimbe giocano nel loro Baby vivo e papà sorveglia la situazione.

 

  • ore 21.30 …da ora si inizia a far addormentare prima le gemelle e poi Angelica

 

Questo è una schema tipico ma non sempre rispettiamo gli orari perchè ovviamente siamo umani e soggetti agli imprevisti, moli imprevisti, però diciamo che da tre mesi a questa parte le cose vanno così e vanno davvero bene. Alle 22.30 riesco a ritagliarmi del tempo per mio marito, cosa che prima era assolutamente impossibile!!

Spero magari qualcuna di voi possa prendere spunto, oppure possa darmi un’idea in più per la nostra routine!! Lasciatemi un like e magari un commento…

 

Mi trovate anche su Instagram o su Facebook… imperdibili aggiornamenti ogni giorno!! E per tutte le mamme potete seguire i nostri consigli di vita quotidiana su La rubrica delle mamme su Instagram, Facebook e sul blog dedicato!!

 

 

Due gemelle in famiglia

E così decidiamo di cambiare il nostro nome… Perché loro ci hanno cambiato la vita…è stata una decisione un po’ improvvisa, un po’ suggerita e caduta a pennello in questo periodo di indecisione!!

Ero già mamma, con una figlia stupenda… Poi sono arrivate loro, piccole, delicate ma sono entrate con irruenza nel nostro quotidiano, sconvolgendo completamente le nostre abitudini e cambiando un po’ il nostro modo di essere.

Eh sì… Perché se sei una persona che ama passare inosservata, un po’ timida e riservata, se non ami la confusione… Ecco sappi che facendo due gemelli diventi uns specie di vip!! La gente ti ferma, anche solo x salutarti, per ammirare il miracolo della natura, farti domande su ogni cosa, anche imbarazzanti, o per darti consigli…i più assurdi ovviamente!!!

Ovviamente ricordiamoci sempre che gli altri ne sanno più di noi…

Diventare genitore di due in colpo solo ti cambia a livello di organizzazione… Due pannolini, due poppate, due pianti..ma anche due sorrisi, due volte la prima parola. Quando arriva un figlio la prima cosa che pensi è che te lo godrai il più possibile, magari lo metterai a dormire nel lettone, lo terrai in braccio ogni volta che piange e non gli farai mai mancare nulla…quando arrivano due gemelle si rimane un pò spiazzati perchè le puoi tenere in braccio insieme, ma se piangono disperate dimenandosi per le coliche, o tu sei un colosso che riesce a coccolarle insieme, altrimenti diventa difficile!!

Cambiando nome, anche i contenuti cambieranno, saremo più disponibili a concentrarci sul mondo dei gemelli, e quindi delle mamme di gemelli!! Ciò non vuol dire che le altre si sentiranno escluse…sempre mamma sono!!!

Quindi… Se sei mamma di gemelli e hai domande oppure idee o meglio ancora vuoi fare un guest post io sono qui pronta e in forma più che mai!!!

Sono una mamma ad alto contatto e me ne vanto!!!

Babywearing, cosleeping, allattamento esclusivo al seno, coccole, abbracci, contenimento fisico… Eh già… Io sono tutto questo! Ovvero una mamma ad alto contatto!!

Le mie figlie cresceranno viziate mi hanno detto tante volte, non sapranno mai fare le cose da sole, cammineranno tardi, avranno le gambe storte, dipenderanno da me tutta la vita…. E quindi? A parte che… A te che ti frega??? Ti ho chiesto di occuparti di loro da grandi? Ti ho chiesto un consiglio? No… E allora? La gente che incontro per strada non ha nulla da fare se non giudicarmi?

Punto primo…coccolare un figlio che piange è rassicurarlo e non farlo sentire solo.

Punto secondo…usare supporti quali fasce o marsupi non fa venire gambe storte o camminare in ritardo…

Punto terzo…allattare al seno non fa altro che bene…e lo faccio come e quando le mie figlie vogliono!!!

Punto quarto…Le mie figlie dipenderanno da me tutta la vita perché sono mie, io le ho fatte e volute, e credo sia giusto che dipendano da me…un po’ come tuo figlio di 50 anni è ancora a casa tua senza lavoro e tu gli compri ancora le mutande al mercato!!

Essere una mamma ad alto contatto non vuol dire sedersi un giorno e stabilire le regole ben precise…ti ci ritrovi nel corso delle prime settimane della vita di tuo figlio! Poi te ne rendi conto e ti piace…e non smetti! Certo gli altri sono pronti a giudicare…ma cosa posso farci se io alle mie tre figlie voglio dargli tutto l’amore del mondo? Loro sono piccole ora, hanno più bisogno di me proprio adesso!!

Nelle prossime settimane entrerò nello specifico di ogni argomento, spiegandovi meglio di cosa si tratta e parlandovi della nostra esperienza in merito!

Io sono felice di crescere le mie figlie in questo modo, facendogli sentire che la loro mamma c’è sempre quando ne hanno bisogno, che possono contare sul mio abbraccio, sulla mia carezza o su un goccio di latte consolatorio. Fa bene a loro e fa bene a me!!

E voi mamme o papà anche, siete ad alto contatto? Volete parlarmi della vostra esperienza? Lasciatemi un commento qui sotto, cliccate sulla stellina in fondo al post per sapere se vi è piaciuto e se volete che io scriva un articolo su un argomento di vostro gradimento non esitate a contattarmi!!

Mi trovate anche su Instagram o su Facebook… imperdibili aggiornamenti ogni giorno!! E per tutte le mamme potete seguire i nostri consigli di vita quotidiana su La rubrica delle mamme su Instagram, Facebook e sul blog dedicato!!

Organizziamo una festa??

Buongiorno e buon sabato mamme… Oggi vi spiego in tre step come organizzare una festa di compleanno quasi perfetta!!! In questo step partiamo dalle badi, cioè la vera e propria organizzazione… Eh, si.. Perché se partite organizzati, partite avvantaggiati!!!
Prendete un foglio e scrivete la data della festa, orario e luogo. Se ancora non avete un luogo… Beh, cercatelo!!!
Passiamo alla lista degli invitati…, per quanto riguarda i compagni dell’asilo sarebbe carino fare un invito personalizzato, mentre per amici e parenti un bel gruppo su WhatsApp è l’ideale! Ancora più carino se usate una foto di vostro figlio e fate la scritta sopra, le applicazioni x farlo poi si sprecano!!! Ora avete inviti e luogo… Bene… Pensiamo al tema! Sotto i 3 anni lo scegliete voi, non fate cose complicate, i bimbi sono piccoli… Sopra i 3 anni armatevi di pazienza perché il tema cambierà ogni 3 giorni sicuramente!!! Arriviamo ai piccoli invitati, quanti saranno? Se tanti si può pensare ad un animatore, altrimenti potete noleggiare un gonfiabile! Fate anche un angolo con fogli, album, disegni e tanti colori!! Ovviamente pensate anche a dei regalini, sempre in base all’età!!

Le decorazioni : la parte più importante x me! Io amo creare quindi cerco sempre qualcosa di nuovo, qualcosa chr va di moda… Per iniziare giro nei negozietti di cinesi dove hanno decorazioni a prezzi stracciati, comprate i classici:bandierine, palloncini, lettere x il nome, segnaposto… Tutto ciò che sembra carino compratelo!! Cercate di rimanere però nel vostro tema o comunque scegliete massimo due colori o tre tonalità di colore! Se volete ci sono ormai negozi specializzati in palloncini ad elio dove trovate di tutto e di più!! Pensate al classico palloncino con gli anni o all’iniziale del nome. Se avete spazio ci sono un sacco di idee li, dai palloncini con dentro coriandoli e glitter, ai palloncini che formano cuori o personaggi dei cartoni… Di tutto di più!!! Potete creare qualcosa voi, e lì vi viene incontro pinterest… Dai fiori giganti ai pon pon di carta velina!!! Potete scegliere di acquistare anche i party box, ovvero le scatole con tutte le decorazioni a tema!!! Dentro troverete piatti, bicchieri, tovaglioli, portapatatine, stecchini, segnaposto… Sul web sono molti che creano questo genere di scatole e ve le inviano direttamente a casa… Nulla vi vieta di farli voi!!
Create un angolo x appoggiare i regali, sopra non ci dovrà essere nulla!! Pensate, se inverno, ai cappotti e alle borse. Dividete lo spazio adulti da quello bimbi. Potete pensare anche ad un ricordo degli invitati, tipo un quaderno dove lasciare un messaggio oppure una macchina usa e getta x fare delle foto. Anche l’angolo con mascherine x farsi i selfie è molto gettonato e magari lanciare l’hashtag della festa!!!


Il cibo: ultimo step, nonché il più importante!!! Io in ogni caso opterei x un buffet!! Va sempre bene, si può riempire di cose buone, sia dolci che salate, lascia ampio margine di scelta e si accontentano tutti!!! Tranne le suocere ovviamente…
Pensate sempre che ci sono bambini, a volte molti quindi… Schifezze a go go!!! Poi optare x pizze, focacce, panini… Torte salate anche!! Poi dipende se avete intenzione di renderlo un apericena… In quel caso pensate a pasta o riso, lasagne o crespelle… Un piatto unico insomma!!! Poi sta a voi scegliere se fare tutto in casa oppure rivolgervi a panetterie…vi consiglio di tenere conto anche delle tavole calde!! Possono essere un’ottima alternativa! Per quanto riguarda i dolci oltre alla classica torta, scelta dal festeggiato sopra i 3 anni, pensate anche a qualcosa di sfizioso, tipo macaron, cupcake, marshmallow, ciambelle,piccola pasticceria… Insomma… Un’idea credo di avervela data… Ora raccontatemi le vostre idee x le feste!!!

Lasciatemi un commento qui sotto, cliccate sulla stellina in fondo al post per sapere se vi è piaciuto e se volete che io scriva un articolo su un argomento di vostro gradimento non esitate a contattarmi!!

Mi trovate anche su Instagram o su Facebook… imperdibili aggiornamenti ogni giorno!! E per tutte le mamme potete seguire i nostri consigli di vita quotidiana su La rubrica delle mamme su Instagram, Facebook e sul blog dedicato!!

Quali farmaci in gravidanza e allattamento?

Questa è una domanda che ogni donna incinta o che allatta si fa. Ebbene il medico di base classico, soprattutto quelli più anzianotti, vi diranno di assumere la classica tachipirina e qualche farmaco contro nausee gravidiche.

In realtà la futura mamma può assumere più di due o tre farmaci. Certo non starò qui a farvi un elenco perché non è compito mio e non è cosa che mi compete, ma vi darò un’importante informazione.

La stragrande maggioranza di noi non sa dell’esistenza di due importanti canali mediante i quali possiamo informarci sulla nostra salute.

Il primo canale è telefonico, è il numero dell’istituto di ricerca Mario Negri di Bergamo, un numero a disposizione 24 ore su 24 in grado di fornirvi tutte le informazioni sui farmaci ed i rischi correlati all’uso in gravidanza o in allattamento. A volte l’attesa può essere davvero lunga ma direi che ne vale assolutamente la pena! Il personale sanitario che vi risponde è composto sia da medici che infermieri assolutamente competenti in materia poiché nel centro si occupano di analizzare gli effetti tossicologici dei farmaci, non solo solo per le puerpere ma, nel caso servisse, anche su anziani o persone con patologie specifiche. I numeri a cui fare riferimento per i vari casi lo trovate nel loro sito. È possibile inoltre recarsi nel loro pronto soccorso per chi fosse della zona dove potranno indagare più approfonditamente il vostro caso.

Mentre il secondo canale è il sito web http://www.e-lactancia.org/ è un sito spagnolo in grado di fornire tutte le informazioni sui rischi correlati all’uso di alcuni farmaci, c’è la possibilità di avere anche la versione inglese, ma tranquille … grazie ai colori verde, giallo e rosso potete facilmente capire se il farmaco in questione può andare bene per voi.

Spero di essere stata utile alle future mamme o chi allatta, molto spesso anch’io ho evitato di prendere molti farmaci, tra cui l’antibiotico perché i medici storcevano il naso, ora basta una telefonata e il gioco è fatto!!!

Lasciatemi un commento qui sotto, cliccate sulla stellina in fondo al post per sapere se vi è piaciuto e se volete che io scriva un articolo su un argomento di vostro gradimento non esitate a contattarmi!!

Mi trovate anche su Instagram o su Facebook… imperdibili aggiornamenti ogni giorno!! E per tutte le mamme potete seguire i nostri consigli di vita quotidiana su La rubrica delle mamme su Instagram, Facebook e sul blog dedicato!!