20 novembre – Giornata mondiale dell’infanzia

Ogni 20 novembre si celebra in tutto il mondo la giornata mondiale dei diritti dei bambini e delle bambine. Una giornata che vuole ricordare il 20 novembre 1989 quando a New York venne approvata la convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia dalle Nazioni Unite. Per la prima volta anche bambini e adolescenti sono visti come esseri aventi diritto e non solo come individui da accudire.

Ma quali sono i diritti dei bambini?

Questa è la convenzione ufficiale messa a disposizione per tutti da UNICEF e scaricabile qui  gratuitamente. Al suo interno troverete i diritti dell’infanzia dal diritto all’avere un nome, alla cittadinanza, al diritto allo studio e molti altri ancora. Vi invito a leggerla…

Purtroppo questi diritti sono un po’ lasciati a loro stessi, poiché ancora oggi molti bambini soffrono, vengono maltrattati e ancora oggi sono sfruttati nel lavoro minorile o peggio ancora sono vittime di violenza senza alcuna pietà da parte di adulti senza scrupoli.

Ancora oggi nel mondo sono 385 milioni i bambini che vivono in condizioni di povertà, ciò significa malnutrizione, scarse condizioni igieniche, malattie e spesso morti premature. Nel nostro piccolo possiamo cercare di aiutare le organizzazioni che si occupano di loro, anche se purtroppo non sempre alcune di esse fanno concretamente qualcosa. Riuscire a scegliere chi veramente opera nel bene delle persone è diventato davvero difficile, le persone che traggono beneficio dalla sofferenza altrui sono troppe e sono potenti, troppo potenti, nel 2017 pensare che ci possano essere ancora al mondo persone che muoiono di fame e altre che invece se ne fregano alle loro spalle è davvero uno schifo e noi non possiamo fare nulla.

In molte città e nelle scuole oggi ci saranno diverse iniziative per promuovere la conoscenza di diritti. Ad Alessandria, la mia città, saranno molte le associazioni che presenteranno progetti per i più piccoli, mentre venerdì 24 il dipartimento di giurisprudenza ospiterà un convegno sul diritto alla salute dei bambini.

Proteggiamo i nostri figli, i nostri nipoti e se riusciamo guardiamo oltre,magari proprio sotto i nostri occhi ci sono bambini che soffrono, perché non aiutarli?

UN0145049ita